Oltre al calcio l’Italia sa primeggiare anche in altri settori. Infatti, come emerge da Trasparency International 2006 e riportata su Il Sole 24 Ore di oggi l’Italia e’ in testa tra i Paesi europei piu’ attive all’estero e propense alla corruzione. Seppur in leggero miglioramento siamo ancora lontani dai migliori suddivivi in tre gruppi. Il gruppo 1 dei paesi meno corrotti include Svizzera, Svezia, Australia, Austria, Canada, Regno Unito, Germania, Paesi Bassi, Belgio, Stati Uniti e Giappone. Nel gruppo 2 troviamo Francia, Spagna, Portogallo, Singapore, Emrirati Arabi, Messico. L’Italia e’ nel Gruppo 3 insieme a Israele, Arabia Saudita, Brasile, Sud Africa, Malesia, Hong Kong  e precede India, Cina, Russia Turchia, Taiwan nel gruppo 4.

Insieme a eccessiva burocrazia, rigidita’ del mercato del lavoro, scarsa concorrenza penso sia tra i motivi piu’ importanti che fanno si che gli investimenti, una volta solo quelli stranieri, oggi anche quelli di molte aziende italiane volano verso altri lidi.

Se foste un imprenditore o il responsabile di una impresa che si trova a scegliere in quale Paese insediare nuove attivita’ e investimenti, voi che fareste?

1 Comment

http://www.luigiorsicarbone.itcaravaggio on 5 ottobre 2006  ·  Rispondi

gran bella ed intrigante domanda che induce a riflessione ed √® difficile la scelta x non ricadere quanto hanno ad esempio prada benetton ecc….. lista infinita

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>